28 gennaio 2019

Cellule immunitarie rese 'fameliche' per aggredire i tumori.

di Redazione. Scoperto il modo per rendere le cellule immunitarie 'fameliche' quando devono affrontare le cellule tumorali e distruggerle, rendendo in questo più efficace l'ultima frontiera della lotta contro il cancro, l'immunoterapia premiata con il Nobel per la Medicina 2018 e che rappresenta attualmente una grande speranza.
Il risultato, pubblicato sulla rivista Nature Immunology, si deve al gruppo della Scuola di Medicina dell'Università americana della Pennsylvania coordinato da Gregory Beatty.
Le cellule immunitarie protagoniste di questa ricerca sono i macrofagi, i 'poliziotti' dell'organismo. Punto di partenza della ricerca è stata l'osservazione di come le cellule tumorali, per non essere mangiate dai macrofagi, emettano un segnale che fa piombare le cellule immunitarie in uno stato di letargo.
Agendo sul metabolismo di queste cellule immunitarie, i ricercatori hanno trovato il modo di bloccare il segnale tumorale e di dare nello stesso tempo la sveglia ai macrofagi, rendendoli ancora più attivi e smaniosi di divorare le cellule maligne.
"Prima di entrare in azione, i macrofagi devono essere attivati. Questo - ha concluso Beatty - spiega come mai i tumori solidi resistano al trattamento basato solo sull'uso di inibitori antitumorali".

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)