24 gennaio 2019

La Cgil apre uno sportello a Tunisi per chi vuole immigrare in Italia.

di Redazione. In Italia il sindacato, purtroppo per i lavoratori, ha fatto una brutta fine. Dopo anni di lotte, di rivendicazioni e di conquiste, il sindacato - con l'abrogazione dell'Articolo 18 e la Riforma delle Pensioni, avvenuti nel silenzio più assordante di chi invece ci aveva abituato a riempire le piazze con migliaia di lavoratori, slogan e bandiere - ha ammainato le bandiere, ha abbandonato i lavoratori al loro destino, andandosi a mettere dall'altra parte, quella del 'padrone'.
Inevitabile il crollo degli iscritti che, non vedendo più nel sindacato un'organizzazione a difesa dei propri diritti, hanno pensato bene di stracciare la tessera e di rimettersi in tasca le ritenute sindacali in busta paga.
Ritenute sindacali che equivalgono ad un qualcosa di più dei 'loro' famigerati 'rinnovi contrattuali', chè hanno lasciato le retribuzioni dei lavoratori dipendenti a fanalino di coda di tutta l'eurozona!
Quindi la stragrande maggioranza dei lavoratori italiani ha stracciato e buttato via la tessera.
E allora il sindacato, in crisi di tessere - alias di liquidità, nonostante il finanziamento pubblico, patronati e caf che fanno cassa sulle inerzie e le inefficienze dello Stato - ha rivolto le sue attenzioni altrove, ai migranti.
Tant'è che la Cgil ha aperto uno sportello a Tunisi per fornire ai lavoratori del nord Africa tutte le indicazioni sul come immigrare regolarmente nel Belpaese e lavorare nel settore primario. "Forniamo assistenza a lavoratori che rischiano di cadere nella rete dei nuovi trafficanti di schiavi, combattiamo le illegalità per favorire una migrazione consapevole che si rivolge ai lavoratori del Nord Africa che vogliono venire in Italia per trovare un'occupazione", è il refrain che arriva dai corridoi della Cgil.
Ma Salvini non ci sta e non vuole sentire ragioni: "Mi chiedo come la pensano di questa iniziativa gli iscritti alla Cgil che non hanno un lavoro. In Italia non c'è spazio per un tunisino in più. Forse la Cgil cerca nuovi iscritti in Africa".
Insomma, non c'è trippa per i lavoratori italiani.
La Cgil apre a chi vuole immigrare in Italia e i 'padroni' ringraziano perchè potranno così proseguire indisturbati nell'opera di smantellamento dei diritti dei lavoratori italiani, adeguando i salari africani ai salari italiani!

3 commenti:

  1. Come tutti i poeti, Ezra Pound aveva il dono della sintesi: anche per aver espresso concetti estremamente chiari e semplici come questi venne dichiarato pazzo senza processo, letteralmente chiuso in una gabbia a Pisa e quindi internato in un manicomio criminale negli Stati Uniti per dodici lunghi anni.
    Gli Usurai internazionali non amano scherzare con chi si schiera contro di loro ed a favore delle popolazioni, portando alla luce la grande truffa dell’emissione del denaro.
    La distribuzione dei beni avviene attraverso la moneta, il mezzo di scambio di merci e servizi, la linfa vitale, il sangue dell’organismo economico della società. Se, continuiamo a ripetere, l’obiettivo dello stato è quello di attuare una sana ed onesta economia, perseguire cioè il benessere dei cittadini, la quantità di denaro in circolazione verrebbe continuamente adeguata alla quantità di merci prodotta, per permettere al popolo di consumare la ricchezza che egli stesso produce.
    (Ezra Pound)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le banche, il fondo monetario, Le multinazionali, controllano l'economia mondiale. Da tempo lapolitica è solo una "farsa" ma in Italia la TV ci rincoglionisce e noi gli andiamo dietro:Isola dei famosi, ecc tutti modi per rincoglionirci. Chi comanda è il CAPITALE. Svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

      Elimina
    2. Scusate, Anonimi, ma la Storia la fanno i soldi.
      Pensate ai Medici di Firenze che prestavano soldi ad entrambi i contendenti in guerra.
      La globalizzazione sta diminuendo e di molto:Sovranità nazionale e politica.

      Elimina

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)