15 gennaio 2019

Perchè quel ‘pazzo’ di Trump non è in recessione.

di Daniele Capezzone. Dimentichiamo - almeno per un momento - le polemiche domestiche, il rimpallo delle colpe, le partigianerie pre-elettorali. La notizia è che l'intera Eurozona è alle soglie della recessione: tra Germania, Francia, Italia, qualcuno è già in recessione tecnica (due trimestri consecutivi negativi) e qualcun altro ci sarà presto.
Le tensioni commerciali tra Pechino e Washington (con un'incertezza che si trascinerà almeno fino a marzo) daranno un altro contributo non positivo. E la stessa fine del Quantitative Easing, con la Bce che di fatto si è riservata di valutare eventuali altri interventi, lascia un ulteriore spazio di sospensione e incertezza.
Forse, uscendo dalle risse condominiali, sarebbe il caso di chiedersi come mai questa Ue non sia stata in grado di pensare una strategia.
Donald Trump, da grande eterodosso, ha rotto tutti gli schemi, mettendo in campo una terapia-choc metà liberista (1500 miliardi di dollari di tasse in meno), metà keynesiana (1500 miliardi di investimenti in più), con contorno (di nuovo liberista) di una massiccia deregolamentazione pro-imprese.
Risultato? Crescita in Usa oltre il 3%, consumi ai massimi, disoccupazione ai minimi da 50 anni (dal 1969!), salari in ascesa perfino per i lavoratori meno qualificati, e i diversi settori che si contendono le persone per assumerle, non di rado non trovandone più a sufficienza.
In Europa, invece, nulla di tutto questo.
Né megatagli di tasse (come auspicheremmo qui) né megapiani di investimenti.
Nessuna scossa anticrisi, nessuna frustata pro crescita.
Solo la manutenzione degli zero virgola e dei parametri di Bruxelles.
Forse, comunque la si pensi sul governo in carica (pro o contro), le riflessioni dovrebbero ripartire da qui.

Nessun commento:

Posta un commento

Freeskipeer è uno spazio libero. L'immediatezza della pubblicazione dei commenti non permette filtri preventivi. Per questa ragione chi commenta è il solo responsabile del contenuto delle proprie affermazioni. freeskipeer si dissocia da eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi.

Freeskipeer Italia si dissocia categoricamente da:
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)